La copertina   |  Le idee   |  Le opere

Diabolik

Compie rapine impossibili, riuscendo a neutralizzare qualsiasi allarme, ad aprire la più resistente delle casseforti, a svaligiare la banca più sorvegliata. E tutto questo l'infallibile Diabolik, il personaggio più cattivo del fumetto italiano, non lo fa per soldi, ma solo perché tale è il suo destino. Rubando, reagisce all'assurdità di un mondo in cui la ricchezza sembra l'unico valore. Le rapine sono la sua disubbidienza civile. Insieme a lui, e fedele quanto lui, la sua compagna e complice Eva Kant: per entrambi la vita ha un senso solo restando insieme. Ne è prova la lunga avventura di questo volume: La vittoria di Ginko. Qui Diabolik crede che Eva sia morta: disperato per la perdita della compagna il Re del Terrore fornisce all'ispettore Ginko, suo storico nemico, indicazioni su tutti i suoi rifugi e tutte le sue ricchezze. Diabolik ed Eva devono ricominciare da zero, senza casa e senza soldi, nascosti in una grotta come due naufraghi su un'isola deserta. La fine è nota, ma la forza di Diabolik sta nel renderla sempre sorprendente. Chiude il volume Rapina colossale, un'altra straordinaria performance della coppia più diabolika del fumetto italiano.


L'autore  |  L'opera