La Casa degli Elfi
Carlos Trillo

Cybersix

Hyter de Flok
Carlos Trillo nasce a Buenos Aires nel 1943. Il suo primo grande successo è del 1975 con "Loco Chavez", disegnato da Horacio Altuna, pubblicato a strisce sul "Clarin", prestigioso quotidiano argentino, dal 1975 al 1987 (in Italia si è visto su "L'Eternauta"). Ha lavorato molto in Argentina e in Spagna, dando vita a serie memorabili, da "Robin delle Stelle" a "Alvar Mayor", che Enrique Breccia realizza al meglio. Autore di estrema sensibilità, colto e poliedrico, Trillo riesce infatti a creare con ogni artista un rapporto stretto ed estremamente creativo, interpretandone al meglio le esigenze ed esaltandone la creatività. A questo aggiunge un'estrema facilità di scrittura, che lo porta a creare contemporaneamente molteplici serie di gran successo. La sua grande padronanza di ogni elemento narrativo, dalla poesia al sentimento, dall'avventura al grottesco, dallo humor al dramma e all'impegno sociale, gli permette di cogliere una sequenza di successi difficilmente ripetibile: da "La puertita del senor Lopez" ("Uscita di sicurezza") e "L'ultima gioventù" (pubblicato anche come "Dopo il grande splendore") con i disegni di Altuna, a "Frutto Acerbo", "Peter Kampf lo sapeva", e "Spaghetti Bros", che si avvalgono del tratto di Domingo Mandrafina. Da "Fulù" (disegnato da Edoardo Risso), a "Bruno Bianco" (di Ernesto Gracia Seijas); dalla sensuale e candida prostituta "Chiara di Notte" (tratteggiata in tutta la sua avvenenza da Jordi Bemet, cosi come "Custer" e "Ivan Piire") alla saga del piccolo magico "Hyter de Flok", sino al suo capolavoro (illustrato in modo personalissimo da Carlos Meglia) "Cybersix", realizzato appositamente per l'Italia dal 1992, è tutto un susseguirsi di trionfi fino ad oggi, al punto che, per ben quattro volte in sei anni, tra il 1982 e il 1987, è stato premiato come miglior sceneggiatore internazionale dai lettori spagnoli con un referendum. Attualmente in Italia è pubblicato dalla "Eura" di Roma; le sue storie appaiono su "Lanciostory" e "Skorpio", oltre alla serie regolare "Cybersix" e i cartonati "Euracomix". (A cura di Stefano Beani) Carlos Trillo