Crea il tuo blog adesso!
 
Leggi gli altri blog...
chi sono

Ama, eccedi, solidarizza: il mio senso della vita.
contattami






commenti recenti
archivio
categorie
blog
riferimenti
foto recenti
bottoni
counter
visitato 3222 volte
sabato, 04 marzo 2006
Il senso di un viaggio
desti_paradisoUn viaggio ha senso solo senza ritorno
se non in volo
senza fermate nè confini
solo orizzonti neanche troppo lontani

In questo girotondo d'anime
chi si volta è perso e resta qua
io so per certo amico
mi son voltato anch'io
e per raggiungerti ho dovuto correre
ma più mi guardo in giro e vedo che,
c'è un mondo che va avanti anche se
se tu non ci sei più
Se tu non ci sei più

non ti è mai successo di fermarti
per guardare indietro e vedere se
il mondo si è fermato lì con te
oppure ha girato lì all'angolo
per nascondersi
io lo faccio spesso e sai cos'è
è un fuoco che non scotta più perchè
non brucia più
non brucia più

e dimmi perchè
in questo girotondo d'anime
non c'è un posto
per scrollarsi via di dosso
quello che ci è stato detto
e quello che ormai si sa
e allora sai che c'è
c'è che c'è, c'è che prendo un treno
che va a paradiso città
e vi saluto a tutti e salto su
prendo il treno e non ci penso più

un viaggio ha senso solo senza ritorno
se non in volo
senza fermate nè confini
solo orizzonti neanche troppo lontani
io mi prenderò il mio posto
e tu seduta lì al mio fianco
mi dirai destinazione paradiso

un viaggio ha senso solo senza ritorno
se non in volo
senza fermate nè confini
solo orizzonti neanche troppo lontani
io mi prenderò il mio posto
e tu seduta lì al mio fianco
mi dirai destinazione paradiso
c'è che c'è, c'è che prendo un treno
che va a paradiso città
io mi prenderò il mio posto
e tu seduta lì al mio fianco
mi dirai destinazione paradiso
paradiso città.

(Destinazione Paradiso, Il Giorno Perfetto - Gianluca Grignani)
postato da: Janeway alle ore 18:44 | Link | commenti (2)
categoria:amore, musica
sabato, 04 marzo 2006
Dentro al calcio di Zeman
zemanZeman, in un'intervista del 28 Marzo 2005:

Come risponde a chi dice (vedi Giorgio Tosatti a 90° minuto) che il calcio dei sogni non esiste?
"Che bisogna cercare di avvicinarcisi."

Se amate il calcio, leggete queste tre interviste (di una c'è anche il filmato) a Zdenek:

Intervista - 28 Marzo 2005
Intervista - 5 Settembre 2002
Intervista - 28 Marzo 2000
postato da: Janeway alle ore 00:24 | Link | commenti
categoria:calcio, sport
sabato, 04 marzo 2006
La condizione umana
René Magritte, La condizione umana, 1935 (Olio su tela di canapa, 100 x 81 cm, collezione privata). Mi ha stregato: l'ho scoperto sul numero 50 del fumetto Napoleone, "La donna del dipinto".
magritte
postato da: Janeway alle ore 00:07 | Link | commenti (2)
categoria:fumetti, pittura, magritte
venerdì, 03 marzo 2006
Essere se stessi
wittgensteinScrive Luca Sofri su Wittgenstein:

Una delle rovine delle nostre civiltà è l'espressione "sii te stesso" con tutto quel che ne deriva (per primo: il fatto che se uno è stronzo, essere se stesso ne esalterà la stronzaggine; ma in ogni caso - poiché nessuno è perfetto - essere se stessi significa non far niente per migliorare e migliorarsi). Non bisogna essere se stessi: bisogna cercare di essere qualcun altro, immaginato o esistente; un modello, inventato o visibile.
Per questa ragione, ammiro molto l'applicazione di alcuni nel mostrarsi migliori di quello che sono, o addirittura nel cercare di esserlo. Di non fare le cose a cui li spingerebbe "l'istinto", ma di scegliere quelle che ritengono più "giuste", e di esporle nella forma più equilibrata e intelligente, nascondendo il più possibile le proprie presunzioni, certezze e vanità.

E' curioso scoprire come una persona che tutto sommato apprezzo, nonostante le sue amicizie, certe posizioni e certe uscite discutibili, esprima un concetto tanto in antitesi con le mie convinzioni. Per me essere se stessi è condizione imprescindibile nei rapporti sociali: aiuta a capire, a fidarsi o a cautelarsi, a fare selezione, a non annacquarsi.
postato da: Janeway alle ore 02:43 | Link | commenti
categoria:desideri, logica, sofri
venerdì, 03 marzo 2006
Il grande Mazinga
grande_mazingaE' perfetto. Bellissimo, micidiale. Lucente, roboante. E' il sogno di un bambino che credeva negli eroi, e che decise di non smettere di credere, mai.

Mazinga!
Mazinga!
Mazinga!

Trema
il regno delle Tenebre del Male
dalla Fortezza della Scienza arriva
con i suoi pugni atomici
Mazinga, Robot
Mazinga, Robot

Vola
si tuffa dalle stelle giu' in picchiata
se sei il nemico prega e' gia' finita
la morte batte i denti, c'e'
Mazinga, Robot
Mazinga, Robot (braccia rotanti!)
Mazinga, Robot (doppio laser!)
Mazinga, Robot (onda di fuoco!)

Ha la mente di Tetsuya ma tutto il resto fa da se
non conosce la paura ne sa il dolore che cos'e'
lotta, cade, si rialza, sempre vincera'
Mazinga, Robot
Mazinga, Robot (raggi fotonici!)
Mazinga, Robot (lama del diavolo!)
Mazinga, Robot (doppio boomerang!)

Mazinga!
Mazinga!
Mazinga!
Mazinga!

Forte
con una mano spacca una montagna
dagli occhi sputa fuori raggi gamma
non c'e' chi e' forte piu' di te
Mazinga, Robot
Mazinga, Robot

Ha la mente di Tetsuya ma tutto il resto fa da se
non conosce la paura ne sa il dolore che cos'e'
se hai bisogno puoi chiamarlo, come un fulmine verra'
Mazinga, Robot
Mazinga, Robot
Mazinga, Robot (bombe jet!)
Mazinga, Robot (luce atomica!)
Mazinga, Robot (spada diabolica!)
Mazinga, Robot (spirale perforante!)
Mazinga, Robot (lama atomica!)
Mazinga, Robot (pugno atomico!)
Mazinga, Robot (pugni rotanti!)
Mazinga, Robot (doppio laser!)
Mazinga, Robot (onda di fuoco!)
Mazinga, Robot (razzi fotonici!)
Mazinga, Robot (lama diabolica!)
Mazinga, Robot (doppio boomerang!)

Titolo: Il Grande Mazinga
Cantata da: Superobots
Autore: F. Migliacci / Argante
Durata: 3'24"
Anno: 1979
postato da: Janeway alle ore 02:21 | Link | commenti (2)
categoria:cartoni animati
giovedì, 02 marzo 2006
Zeman, degli eroi
zemanGli eroi del nostro tempo non sono come quelli descritti ed esaltati nei libri di storia e letteratura. Vivono seguendo l'irto sentiero della coerenza, della trasparenza, dell'integrità. Non ce ne sono tantissimi, non è facile riconoscerli. La religione ebraica li chiama "i Giusti". Essi hanno in comune la capacità di agire secondo coscienza, di reagire di fronte al Male, di assumersi una responsabilità personale. I Giusti hanno la forza di interrogare la propria coscienza contro il conformismo e l'indifferenza, senza sentirsi al sicuro per il fatto di appartenere al campo dei potenti. I Giusti sono la nostra coscienza e tolgono ogni alibi agli spettatori inerti. I Giusti ci dimostrano che si può sempre scegliere, anche nelle situazioni estreme, e si può sempre dire un sì o un no.

Zdenek Zeman una volta ha detto: "Non importa quanto corri, ma dove corri e perché corri." Zeman è un allenatore di calcio, con una lunga carriera alle spalle ed un futuro lungo, spero, davanti. Uomo cristallino ma non disinteressato, è diventato suo malgrado simbolo del contropotere, avversario dei maneggioni che nel calcio imperano. Il sito a lui dedicato raccoglie articoli, interviste, citazioni che vi aiuteranno a scoprire e capire l'uomo che avrei adorato anche se del calcio non mi fosse importato nulla.
postato da: Janeway alle ore 03:04 | Link | commenti
categoria:calcio, solidarizza, sport
mercoledì, 01 marzo 2006
Avete deciso per chi votare?
cuffaroTotò Cuffaro, candidato di Forza Italia, in un video scovato da Gr@cc.
Che strazio rivedere Giovanni Falcone in quel contesto, mi da una stretta al cuore. Una stretta enorme.
Dopo aver guardato il video, leggete cosa pensa di Cuffaro Pierferdinando Casini, leader dell'UDC e (ancora per poco) presidente della Camera. (da Canisciolti.info)

"Mi assumo la responsabilità di ritenere Salvatore Cuffaro una persona onesta."
postato da: Janeway alle ore 18:25 | Link | commenti (6)
categoria:berlusconi, crimine, giornalismo, politica, mafia
mercoledì, 01 marzo 2006
Pestaggio delle forze dell'ordine
pestaggioUn marocchino arrestato e picchiato per strada a Sassuolo, la scena filmata da un videofonino. Quella violenza era davvero necessaria?

Il fatto                    I commenti                    Il video
postato da: Janeway alle ore 01:23 | Link | commenti
categoria:crimine, eccedi, polizia