La Casa degli Elfi

Alice
1975 - La mia poca grande età
1978 - Cosa resta... un fiore
1980 - Capo nord
1981 - Alice

1981 - Per Elisa

1982 - Azimut
1983 - Falsi allarmi
1985 - Gioielli rubati
1986 - Park hotel
1987 - Elisir
1988 - Mélodie passagère
1989 - Il sole nella pioggia
1992 - Mezzogiorno sulle Alpi
1995/96 - Charade
1998 - Exit
1999 - God is my DJ
2000 - Personal juke-box
2003 - Viaggio in Italia

Per Elisa

Prodotto da Angelo Carrara per la EMI, Germania
Voce: Alice
Arrangiamenti: Franco Battiato, Giusto Pio
Art director: Francesco Messina
Foto: Fulvio Ventura
Chitarre: Alberto Radius
Basso: Paolo Donnarumma
Batteria: Walter Calloni, Flaviano Cuffari solo per "Per Elisa", "Non devi avere paura", "Momenti d'ozio"
Clarino: Salvatore Giumeno
Oboe: Franco Tangari
Coro: Paola Orlandi in "Una notte speciale"
Tastiere: OBX, Piano Fender, Rolland
EMS: Filippo Destrieri
Sax: Hugo Heredia
Registrazione: Radius studio
Ingegnere del suono: Enzo "Titti" Denna
Transfer EMI: Giorgio Brusatin

01. Per Elisa
02. A te...
03. Non ti confondere amico
04. Una notte speciale
05. Non devi avere paura
06. Senza cornice
07. Momenti d'ozio
08. Tramonto urbano

Per Elisa [Franco Battiato, Giusto Pio, Alice]

Per Elisa vuoi vedere che perderai anche me. Per Elisa non sai più distinguere che giorno è e poi, non è nemmeno bella. Per Elisa paghi sempre tu e non ti lamenti per lei ti metti in coda per le spese e il guaio è che non te ne accorgi. Con Elisa guardi le vetrine e non ti stanchi lei ti lascia e ti riprende come e quando vuole lei riesce solo a farti male. Vivere, vivere, vivere non è più vivere lei ti ha plagiato, ti ha preso anche la dignità. Fingere, fingere, fingere non sai più fingere senza di lei, senza di lei ti manca l'aria. Senza Elisa non esci neanche a prendere il giornale con me riesci solo a dire due parole ma noi, un tempo ci amavamo. Con Elisa guardi le vetrine e non ti stanchi lei ti lascia e ti riprende come e quando vuole lei riesce solo a farti male. Vivere, vivere, vivere non è più vivere lei ti ha plagiato, ti ha preso anche la dignità. Fingere, fingere, fingere non sai più fingere senza di lei, senza di lei ti manca l'aria. Vivere non è più vivere. Per Elisa, con Elisa!


A te... [Alice]

Ti voglio amare ti voglio dare ti voglio dare l'entusiasmo di me bambina il primo giorno di scuola. Voglio curare le vibrazioni per non finire come il mondo che nasce e muore senza rendersene conto. E nel profumo della tua vita voglio trovare l'energia per scommettere col male e col problema di esser viva e come il vento voglio sfiorarti accarezzarti e scompigliarti e poi gettarti nel mio immenso fino ai confini del tempo. Ti voglio amare ti voglio dare ti voglio dare l'occasione per lasciarti andare fino all'ultima emozione. Vivere insieme l'alba e il tramonto e correre nel buio per scoprire nel silenzio qualche suono diverso. E nel profumo della tua vita voglio trovare l'energia per scommettere col male e col problema di esser viva e come il vento voglio sfiorarti accarezzarti e scompigliarti e poi gettarti nel mio immenso fino ai confini del tempo. E come il vento voglio sfiorarti accarezzarti e scompigliarti e poi gettarti nel mio immenso fino ai confini del tempo...


Non ti confondere amico [Alice]

Non ti confondere, non ti confondere... non ti confondere amico con le palle da biliardo che corrono affannate ubriache d'ipocrisia per le strade di periferia e per le vie del centro. Hai imparato sulla pelle tua che l'amore è un privilegio o solamente un sortilegio da cui tu vuoi restare fuori ti fa tornar bambino. Non ti confondere, non ti confondere... non ti confondere amico e le pareti della casa tua senza intonaco, con le pietre nude che s'intrecciano fra crepe inaggiustabili sono la tua realtà sana fra questi quattro stracci che ti nascondono tu non mi puoi deludere. Non ti confondere, non ti confondere... non ti confondere amico è un esorcismo questa vita bastarda e tu seduto sul divano passi la giornata a pensare ciò che potresti fare. Serenamente io ti confesso che sono stanca del nostro amplesso mentale cerca l'antico amore. Non ti confondere, non ti confondere... non ti confondere amico.


Una notte speciale [Alice]

Strane donne col ventre offeso danzano sui tacchi a spillo danzano questa notte intorno a un fuoco immaginario zingari coperti d'oro zingari che sono senza tempo. Noi senza dignità oltre la montagna scopriamo l'amore qui, qui senza falsità noi ci amiamo come la mente non sa. Mantelli avvolti in corpi antichi coprono le biciclette corrono lentamente su strade buie lastricate corrono incontro al niente corrono incontro all'infinito. Noi senza dignità oltre la montagna scopriamo l'amore qui, qui senza falsità noi ci amiamo come la mente non sa. Noi senza dignità oltre la montagna scopriamo l'amore qui, qui senza falsità noi ci amiamo come la mente non sa...


Non devi aver paura [Alice]

Contrariamente a quel che si dice io vivo sempre senza cornice solitamente faccio le spese di questa vita mia senza pretese. E' necessario approfondire la conoscenza di un modo di dire e se decido di andare a dormire vorrei riuscirci senza prima pensare. Detesto la gente che urla per niente e mi piace bere come odio fumare adoro guidare sola su un'autostrada e rido pensando a fatti miei divertenti. C'è tanta gente che mi odia da sempre e non ho mai capito per quale ragione sarà per caso questa mia ostinazione a voler fare solo ciò che mi pare. Ho constatato con soddisfazione che anche le rose metton prima le spine e quando scrivo le mie contraddizioni mi sento viva sono tutte reazioni. Detesto la gente che urla per niente e mi piace bere come odio fumare adoro guidare sola su un'autostrada e rido pensando a fatti miei divertenti na, na, na...


Senza cornice [Alice]

A Mannheim, a Londra e in altre città la luna gioca con l´ombra dell´altra metà, non sta mai da sola l´oscurità. Mi svegliavi la notte dicendo anche spesso ´to be or not to be´, hai scelto mai? Non sai che Amleto per Shakespeare serio non era mai, rideva un pò anche per noi. Deserti pieni di luce così vicini al cuore, mondi che si trovano come tesori in fondo al mare. A Shangai, Lisbona la verità è nascosta in oriente, in Europa o fuori città. Corridoi illuminati fino a metà, cerchi sempre una luce sicura che dica ´to be or not to be´, tu sei con me. Deserti pieni di luce così vicini al cuore, mondi che si trovano come tesori in fondo al mare. Non sai che a Lipsia d´inverno la notte andavo sola a cercare Bach in fondo alle sue strade fino a...


Momenti d'ozio [Alice, Franco Battiato, Giusto Pio]

La mia casa dà sul lungomare pieno di sole, di bagnini e barche a vela c'è l'aria che sa di coppertone uh, uh che noia! Chiudo gli occhi e sono in Thailandia persa fra le canne e i bambù da un'amaca intravedo il sole e improvvisamente sto male dentro questa mia baia il pensiero mi annoia! Passo le mie notti sulle poesie di Saba mentre ascolto dei preludi di Chopin! Sto immobile sulla sedia a sdraio solo con gli occhi faccio sport da portinaia e guardo anche la televisione uh, uh che noia! E mi abbronzo come un'idiota forse potrei andare a pescare ma mi fa fatica aspettare non resisto all'ozio che so vorrei fare qualcosa ma il pensiero riposa! Leggo una poesia di Saba, è di una noia assurda non capisco, oh oh no!


Tramonto urbano [Alice]

In piedi sopra una panchina guardo un tramonto urbano il sole scivola pian piano fra tetti e ciminiere non c'è silenzio in questo mare di ossido di carbonio poco distante a un pino nano si alza un aeroplano. Avrei bisogno di parlare non trovo chi mi sta a sentire c'è troppa rabbia e troppo amore in tutto quello che ho nel cuore. E' troppo facile pensare che c'è chi sta più male mi sento senza garanzia è solo di passaggio. Avrei bisogno di parlare non trovo chi mi sta a sentire c'è troppa rabbia e troppo amore in tutto quello che ho nel cuore.